21 settembre Ettore PRANDINI ”CON L’ETICA VEGANA SI AFFAMANO POPOLAZIONI INTERE”

0
9
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.



Il presidente di Coldiretti Lombardia e vicepresidente nazionale ospite a TempoRadio

”E’ giusto che ognuno sia libero di scegliere come alimentarsi, ma occorre ricordare che alcune mode, come quella vegana, possono creare notevoli problemi”. Il presidente di Coldiretti Brescia, Coldiretti Lombardia e vicepresidente, della stessa associazione, a livello nazionale, Ettore Prandini, esordisce parlando della dieta vegana, che sta ottenendo sempre più seguaci, ponendo in evidenza come invece quella mediterranea, che è tra quelle che prevedono un consumo relativamente limitato di carne, ma che è la meglio bilanciata, garantisca alla popolazione italiana, una sorta di primato di salute e longevità. Racconta di un episodio che ha avuto protagonista un bambino, portato d’urgenza in ospedale, per gravi problemi di salute, secondo i medici causati proprio dalla scelta radicalmente vegana, dei genitori. ”La dieta senza carne è povera di vitamina B12, essenziale per i bambini” dice Prandini, riferendo il parere di diversi esperti, per poi raccontare che i vegani spesso utilizzano, per alimentarsi, una particolare pianta, quella della Quinoa, consumata normalmente dalle popolazioni estremamente povere di Bolivia e Perù, perchè reperibile, un tempo, a basso costo. ”Il problema è che ora che va di moda essere vegani, in tutto il mondo ci sono persone che acquistano la quinoa, facendone schizzare alle stelle il prezzo, rendendolo proibitivo per le popolazioni di Bolivia e Perù, che sono ora alla fame” aggiunge il presidente di Coldiretti Lombardia. ‘Vogliamo che tutti, anche coloro che non se lo possono permettere, possano per almeno un giorno provare cosa vuol dire alimentarsi con materie di prima scelta, come quelle che derivano dall’agricoltura italiana” dice quindi, invitando tutti al prosimo evento organizzato da Coldiretti, presso il castello Sforzesco di Milano, il 29, 30 settembre e 1 ottobre, durante il quale, al costo di soli cinque euro, si potranno provare varie primizie e prodotti delle campagne italiane. ”Stiamo modificando il ruolo dell’agricoltura” dice concludendo il presidente Prandini, che ricorda come le aziende agricole sono le attività che per prime, tutelano l’integrità del territorio.

Fuente:

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

DEJA UNA RESPUESTA

Please enter your comment!
Please enter your name here